Cerca
  • Camera Minorile

Diritti Senza Frontiere 2015

Il 20 Novembre si celebra la Giornata Internazionale per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza in q u a n t o r i c o r r e l'anniversario della sottoscrizione della Convenzione di New York, approvata all'unanimità dall'Assemblea Generale ONU nel 1989. Questa data rappresenta una tappa fondamentale nel riconoscimento della tutela dei diritti del Minore ad ampio spettro, attribuendogli finalmente dignità a livello internazionale, quale soggetto titolare di diritti inviolabili ed inalienabili che gli Stati parti si impegnano formalmente e sostanzialmente a garantire. Il tratto caratterizzante la Convenzione è, senz'altro, l'attenzione dedicata alla delicata posizione che il minore riveste in virtù della sua età e della necessità, quindi, di assicurargli una protezione adeguata e cure particolari, al fine di garantire uno sviluppo armonioso e completo della sua personalità. Anche quest'anno, l’ASS.PE.93-CAMERA MINORILE ha voluto dedicare questa giornata esclusivamente ai Minori andando nel luogo maggiormente deputato alla loro formazione didattica e culturale: la scuola. Ed ancor più, l’attenzione è stata volutamente posta su un istituto periferico e spesso dimenticato o non adeguatamente valorizzato. Infatti, l'Associazione ha scelto come sede privilegiata del momento celebrativo il 13° ISTITUTO COMPRENSIVO "ALBINO LUCIANI" di Messina, di cui fanno parte diverse sedi staccate di scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado. Il progetto pensato e realizzato con lo scopo preminente di coinvolgere gli alunni della scuola, facendone i protagonisti assoluti, è stato denominato "Diritti senza Frontiere". Ciascuna classe dell'ultimo ciclo della scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado, divenuta titolare di un diritto tratto dalla Convenzione Onu, ha avuto assegnato il "compito" di elaborare e sintetizzare il diritto stesso nel modo ritenuto più adeguato, il tutto con l'ausilio, non solo degli insegnanti, ma anche di un “avvocato - tutor”, in ciò accompagnati e coordinati dalla v.preside che è anche un insegnante-avvocato! 2 L’insegnante coordinatrice: Avv. Mariella Falcone. Ed infatti, nei giorni precedenti al 20 Novembre 2015, entusiasti dell'iniziativa e curiosi delle reazioni che avremmo suscitato nei ragazzi, noi tutti, dismessi i panni di Avvocato e indossate le nuove vesti di "tutor", siamo entrati in classe con la voglia di accompagnare e guidare i ragazzi nel “mondo del diritto”, con la consapevole certezza di ricevere noi per primi il maggior arricchimento. Le nostre aspettative non sono state disattese! Si è, infatti, instaurato un clima di piena collaborazione in uno spirito goliardico, ma non per questo meno didattico. Anzi, l’iniziativa, accolta con favore dagli alunni, ha stimolato la curiosità tipica dei ragazzi su argomenti nuovi e che, sin da subito, hanno avvertito come propri. Il nostro è stato solo un input che ha scatenato una discussione di classe, anche su tematiche attuali, che ha portato alla interiorizzazione dei concetti e ad una elaborazione assolutamente personale dei ragazzi sui diritti loro assegnati. Il frutto di questo lavoro si è concretizzato nella giornata conclusiva del progetto, svoltasi presso l'Auditorium "E. Castronovo", allorquando un rappresentante di ciascuna classe si è presentato dinnanzi ad una illustre "commissione" composta da cinque componenti, appartenenti a diverse 3 Avv. A.Centorrino, Dott.A.Ristagno, Avv. N.La Rosa, Dott. G. Patanè, Don A. Biondo realtà professionali impegnate in prima persona nel sociale a difesa e tutela dei Minori, preposta all'ascolto ed alla valutazione degli elaborati. I ragazzi, superato lo scoglio della timidezza, si sono mostrati all'altezza del compito loro affidato, tirando fuori uno spirito competitivo, al contempo sano e leale. Ciascun “speaker”, così definito il portavoce scelto, accompagnato innanzi alla commissione dal proprio tutor e incoraggiato in platea dalla propria classe, esponeva brillantemente l'elaborazione del diritto assegnato. E non si è trattato di una mera esposizione del "diritto", ma di una vera e propria rappresentazione dello stesso, caratterizzata da momenti simpaticamente teatrali nonché da momenti di tenerezza che solo i Ragazzi, nella loro spontaneità, sanno tirar fuori. Anche l'ambiente che ha ospitato tutti noi è stato invaso dai colori dei cartelloni, che ciascuna classe ha voluto realizzare per l'occasione, rappresentando anche graficamente la loro visione del tema analizzato. Dopo aver ascoltato l'intervento di tutti gli speakers (e segnatamente di: Carp Delia - Tutor Avv. Dorella Aliquò, Daniele Panarisi - Tutor Avv. Antonio Cardillo, Arianna Milia - Tutor Avv. Amelia Maio, Martina Todaro - Tutor Avv. Federica Floramo, Martina Ilacqua - Tutor Avv. Giuseppa Abate, Carmen Galletta - Tutor Avv. Rosa Caputo, Emanuela D’Angelo - Tutor Avv.Alba Frandina, Martina Cumula - Tutor Avv. Gaetano Drago, Francesca Panarello - Tutor Avv. Laura Santoro, Caleca Valentina - Tutor Avv. Enselma Cucchiara, Laura Calarco - Tutor Avv. Stefania Toscano, Daniele Villari - Tutor Avv. Domenica Cambria) la commissione, colpita e divertita dallo spettacolo loro offerto, a seguito di "una camera di consiglio" rivelatasi vivace e dibattuta nell’intento di evidenziare i valori sorprendentemente riscontrati, ha definitivamente deliberato di premiare con pari dignità il lavoro svolto da tutte le classi, visto l'alto spessore di quanto elaborato e l'innegabile impegno profuso dagli studenti. I ragazzi, dando conferma dello spirito collaborativo che li ha animati sin da subito, hanno accolto con particolare entusiasmo il "verdetto"! E così, ciascun rappresentante, chiamato sul palco, ha ricevuto dai tutor un attestato di partecipazione e merito da affiggere in classe per ricordare questa esperienza, senz'altro formativa e positiva per tutti. Il successo del progetto è stato raggiunto anche grazie alla disponibilità del corpo docente e dei genitori, che hanno sostenuto ed accompagnato i ragazzi in questa manifestazione, (dall’assegnazione del tutor, alla libera e spontanea scelta del diritto da sostenere, alla elezione del rappresentante “speaker” ed infine, al sostegno goliardico dello stesso durante la esibizione, alla quale i presenti sono solo stati deliziati spettatori) auspicandosi loro stessi che questo evento - pur definito dalla commissione “buona didattica cui tendere”- non rimanga isolato, ma rappresenti

l'inizio di un percorso futuro da perseguire e coltivare. Ed il rapporto spontaneo sorto tra i Ragazzi e gli Avvocati (già individuati come punto di riferimento anche affettivo), sembra già avere un seguito se la promessa di questi ultimi è stata quella di accogliere l’invito a tornare nelle rispettive classi. I Tutor e quanti dell’Associazione hanno sostenuto questo meraviglioso progetto tengono ancor oggi a manifestare la loro felicità e soddisfazione nell’esperienza vissuta, avendo raccolto entusiasticamente i positivi esiti raggiunti dai quali trarre spunto per altre originali, nuove ed altrettanto entusiasmanti iniziative nel tipico spirito che ormai, da oltre vent’anni, contraddistingue l'ASS.PE.93 - CAMERA MINORILE di Messina.

5 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
 

090710855

©2020 di Camera Minorile. Creato con Wix.com