Cerca
  • Camera Minorile

Diritti senza frontiere 2016

Si è conclusa la scorsa domenica del 20 novembre la cerimonia cele- brativa dei “Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza” realizzata dal- l’Associazione Forense ASS.PE.93 - CAMERA MINORILE, che da oltre quindici anni non manca di atten- zionare nella nostra città la realtà minorile e soprattutto quella più emarginata (presenti negli I.P.M. o carce- ri minorili - comunità - case di accoglienza - centri sociali - scuole ed altre aggregazioni giovanili) quest’anno, dunque, ha dato vita al progetto “DI- RITTI SENZA FRONTIERE”. Nell’iniziativa sono stati coinvolti alcuni istituti scolastici di Messina e della provincia tra cui: IC di Roccalumera - IC di Santa Margherita - IC Albino Luciani di Messina, IC S.D’Arrigo di Venetico - IC Primo Milazzo - IC di Castell’Umberto - IC Tomasi di Lampedusa di Capo d’Orlando ed alcune classi dell’IC Mario Passamonte, i cui dirigenti hanno aderito entu- siasticamente all’iniziativa. Gruppi specializzati di Avvocati dell’Associazione Forense ASS.PE.93- CAMERA MINORILE si sono recati nelle classi dell’ultimo ciclo delle scuole primarie e secondarie di primo grado dei detti istituti scolastici (siti in tutta la provincia di Messina, da Capo d’Orlando a Roccalumera), per fornire agli alunni, in un preliminare incontro, spunti di riflessione sui di- ritti fondamentali della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infan- zia del 20 novembre 1989. Ciascuna classe ha liberamente individuato uno dei diritti contenuti nella Convenzione ed è stata supportata da un avvocato (tutor) e dalla insegnante nella elaborazione dei contenuti anche original- mente ravvisati, procedendo attraverso un procedimento elettivo alla indi- viduazione di un rappresentante di classe, che ne è stato il portavoce (speaker) che ha avuto il compito di illustrare e dibattere il “Diritto” pre- scelto dinnanzi ad una commissione ascoltatrice. E così, nel prestigioso “Salone delle Bandiere” del Comune di Messina, domenica scorsa si sono ritrovati ben trentuno classi e relativi accompagnatori, ove ogni “SpeaKer", accompagnato dal proprio “Tutor” e dall’in- segnante di classe e durante la esibizione sostenuto dalla propria classe, ha rappresentato il diritto prescelto alla predetta Commissione ascoltatrice (Avv. Antonino Centorrino - Presidente dell’ASS.PE.93-CAMERA MI- NORILE, Dott.Angela Ristagno - G.O. presso la Corte di Appello di Messina Sez.Minori, Dott. Antonio Samiani - già Comandante la Capita- neria di Messina, Avv. Antonella Russo - dell’Associazione organizzatrice e Consigliere Comunale del PD ed i D.S. Prof. Sauastita Guta Mirella - IC Roccalumera, Prof.Grazia Patanè - IC Albino Luciani, Prof.Laura Tringali - IC Santa Margherita) ed alle persone presenti. Originali, intuitivi, spettacolari e soprattutto di libera rappresentazione sono stati i lavori dagli alunni presentati, avvalendosi anche di scritti, car- telloni, video, strumenti musicali e con scenette. L’avvio delle rappresentazioni è stato introdotto da sette ragazzi della scuola Simone Neri di Giampilieri che, con dei “bongo" (stumento musicale a percussio- ne) hanno esordito con musica etnica africana in omaggio ed a ricordo dei loro coetanei di quel conti- nente e-tra i più sfortunati-di quelli che si avventurano su barconi traballanti per raggiungere le nostre coste poichè profughi od in cerca di un futuro migliore. Il saluto del Sindaco della Città metropolitana Prof. Renato Accorinti ed il racconto della dodicesi- ma stella nella c.d. “corona europea”, che vide la prima riunione della Comunità Europea proprio nel presente luogo (da quel mo- mento denominato “Salone delle bandiere” e proprio per questo prescelto per l’odierna iniziativa) per volontà dell’allora Ministro Gaetano Martino (che volle far coincidere tale riunione proprio con la data in cui si festeggia la Madonna della Lettera - protettrice della città di Messina - proprio a mettere propiziamente tale evento sotto la sua protezione), ha aperto le rappresentazioni dei “Diritti dei Minori”, pur accompagnato da un’arpa. Tra i diritti più sentiti ed originali, meritano menzione: il diritto all’ascol- to, il diritto di sognare, ad un ambiente sano, alla salute, alla non discrimi- nazione, all’uguaglianza, alla espressione del pensiero, alla considerazio- ne, alla salvaguardia dalle violenze e dalle guerre, al cibo ed all’acqua, ecc. I lavori in cui si sono con molta cura impegnati i ragazzi si sono protratti, anche per il folto numero di partecipanti (oltre cinquecento persone, tanto da risultare incapiente il grande salone ospitante l’iniziativa) fino al tardo pomeriggio. A tutti i partecipanti è stato consegnato dall’ASS.PE.93-CAMERA MI- NORILE, un nastrino conferenziale con cartello di registrazione, anche a ricordo dell’evento e dei cappellini gialli che simbolicamente li ha acco- munati all’evento e durante i lavori sono stati distribuiti anche dei dolcini. L’associazione organizzatrice tiene ad evidenziare che tutti i ragazzi hanno partecipato entusiasticamente al progetto e che, attraverso il gioco, la corretta rappresentazione delle regole democratiche, la sana competizio- ne e la libera rappresentazione dei diritti prescelti, sono stati conseguiti scopi (diffusione e memorizzazione tra i ragazzi di valori, a mezzo dell’a- scolto reciproco dei diretti interessati) e concretizzati obiettivi nello spirito e nel rispetto dei principi sanciti dalla Convenzione festeggiata, tanto da consentire agli organizzatori di ritenersi soddisfatti per l’alto valore educa- tivo realizzato con la manifestazione, che ha soprattutto messo a confronto ragazzi di diverse e lontane aree geografiche ed anche di estreme periferie, i quali, a fronte degli sforzi profusi, hanno visto possibile e realizzabile un percorso che gli ha concretamen- te consentito di cogliere l’obietti- vo di essere protagonisti e di rap- presentare i loro diritti proprio nella sede istituzionale dove si è tenuta la prima riunione della Comunità Europea. Una menzione particolare si deve ai tutor (Avvocati della Camera Minorile), che preliminarmente si sono recati nelle varie classi, abbracciando la vasta area metropolitana - da Capo d’Orlando a Roccalumera, avviando il dibattito sulla Legge internazionale dei diritti del Fanciullo, accendendo entusiasmo e promuovendo coinvol- gimento fino al punto di promuovere la libera elezione dello “Speaker” che ha poi rappresentato nella suddetta cornice istituzionale il diritto libera- mente prescelto ed elaborato dalla classe. Si citano: Dorella Aliquò, Gian- franco Briguglio, Antonio Maria Cardillo, Archimede Santino, Alessio Ca logero Russo, Enselma Catania Cucchiara, Rita Caputo, Serenella Artino, Marilina Adornetto, Nadia La Rocca, Anna- maria Cuciti, Floramo Federica, Daniela Maio, Maria Angela Fascetto Sivillo, Gaetano Drago, Francesco Costantino, Pina Abate, Maria Falcone, Cinzia Panebianco, Antonella Sturiale, Alessandra Cortese, Alessandra Cur- rò, Caterina Cacciola, Concita Di Natale, An- tonino Centorrino.

3 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
 

090710855

©2020 di Camera Minorile. Creato con Wix.com